Emergenza rifiuti a Napoli, ministro Clini: “Non escludo l’invio dell’esercito”

napoli, emergenza rifiuti, governoIl ministro dell’Ambiente Corrado Clini sabato prossimo sarà a Napoli per affrontare l’emergenza rifiuti. ”La situazione è di nuovo al limite”, ha annunciato nel corso di un’audizione alla commisione Ambiente alla Camera. Clini non esclude ”il contributo delle forze dell’ordine e dell’esercito qualora si verifichino situazioni eccezionali e non negoziabili come a Napoli”.
Secondo il ministro comunque, “forse vale la pena di cominciare a ragionare su opzioni tecnologiche e ambientali che in altre regioni italiane e in altri Paesi, dove vengono trasportati i rifiuti, funzionano”. “Bisogna sgombrare il campo da obiezioni tecniche e non politiche che sono due cose diverse – ha continuato nel corso dell’audizione – Nelle regioni in emergenza o vicine all’emergenza la misura più efficace e rapida è dare vita alla raccolta differenziata dei rifiuti finalizzata al recupero, – ha proseguito – una raccolta che si leghi a un ciclo economico è assolutamente utile”. Il ministro ha fatto riferimento anche al fatto che laddove operi la criminalità organizzata, servano “soluzioni eccezionali e non negoziabili”. In riferimento a Napoli ancora, Clini ha criticato lo sciopero delle nettezza urbana di due giorni fa. “A chi conviene? – ha detto – quali sono gli effetti?”. E per quanto riguarda gli impianti, i termovalorizzatori ha parlato di fare chiarezza “dell’annosa questione della localizzazione: ci sono inceneritori che in centri di alcune città sia in Italia sia in Europa, come a Brescia, Milano, Copenaghen funzionano, escludo che ci siano nicchie biologiche che non consentano la localizzazione degli impianti”.

Fonte: Adnkronos

Emergenza rifiuti a Napoli, ministro Clini: “Non escludo l’invio dell’esercito”ultima modifica: 2011-11-30T19:40:52+00:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo