Quest’acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voi

salvezza, dio, gesù cristo, signore, pietro,+ Dalla prima lettera di san Pietro apostolo (1Pt 3,18-22)
Carissimi, Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nel corpo, ma reso vivo nello spirito. E nello spirito andò a portare l’annuncio anche alle anime prigioniere, che un tempo avevano rifiutato di credere, quando Dio, nella sua magnanimità, pazientava nei giorni di Noè, mentre si fabbricava l’arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate per mezzo dell’acqua. Quest’acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voi; non porta via la sporcizia del corpo, ma è invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo. Egli è alla destra di Dio, dopo essere salito al cielo e aver ottenuto la sovranità sugli angeli, i Principati e le Potenze.

Riflessione:
Pace a voi, fratelli, e che questo periodo di Quaresima, cominciato mercoledì scorso con il rito delle Sacre Ceneri, possa essere per voi ricco di spiritualità e di serenità! La liturgia di oggi, oltre a proporci il bellissimo brano delle tentazioni nel deserto di Gesù, pone l’attenzione sull’importanza del Battesimo: è questo il concetto chiave di questo passo tratto dalla prima lettera di san Pietro. 
Questo sacramento è strettamente correlato al sacrificio fatto da Cristo, attraverso il quale Egli, nato e vissuto senza peccato, si immolò sulla croce per purificarci dal peccato originale, che attanaglia l’uomo sin dalla sua comparsa sulla Terra.
E non solo: Gesù, permettendo che avvenisse questo, ci ha mostrato al tempo stesso quanto amava (e ama) noi uomini, al punto di morire per noi, ma anche quanto amava il Padre, fino al rendersi obbediente in tutto e per tutto. E di questa perfezione nell’amore dobbiamo nutrirci ogni giorno anche noi, per stare in piena comunione con Dio e con i fratelli e così respingere gli attacchi del maligno che, purtroppo, anche se a volte per via indiretta (basti pensare alle guerre, alla cattiveria, alla sofferenza e all’odio che ci sono nel mondo) continua a svolgere fino alla fine dei tempi.
Ecco perché il Battesimo è così importante: l’acqua che vediamo durante il rito non serve ad altro come simbolo per invocare, attraverso l’azione dello Spirito Santo, l’entrata a pieno titolo nel piano di salvezza che Dio ha pensato per noi sin dalla creazione del mondo. E tale piano ha preso corpo e vita proprio a partire dalla resurrezione di Gesù Cristo.

Quest’acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voiultima modifica: 2012-02-26T14:36:53+00:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo