Google Maps, presto le immagini da satellite saranno video

google, mappe, nasaGoogle Earth e le sue fotografie statiche sono il presente. In futuro le immagini della Terra vista dallo spazio saranno video. Nel 2013 arriverà in orbita un altro occhio, o meglio due telecamere ad altissima definizione montate sulla Stazione Spaziale Internazionale che filmeranno il pianeta in HD e invieranno le immagini al suolo in tempo reale. In un progetto a metà strada tra Google Earth e Street View.
Harwell, cittadina di 2.300 abitanti nell’Oxfordshire, sud dell’Inghilterra. Il futuro parte da qui, dal Rutherford Appleton Laboratory, dove nascono progetti in collaborazione con l’Agenzia spaziale britannica, l’Esa e la Nasa. Questa volta i tecnici lavorano a braccetto con la Russia e con il Canada. Canadese è la UrtheCast, compagnia che fornirà il software e la piattaforma riservata agli utenti. Russo è il modulo della International Space Station sul quale le due telecamere, una fissa e l’altra mobile, verranno montate. L’Iss compie attorno alla Terra 15 orbite complete al giorno, riuscendo a coprire l’intera superficie del globo, e le immagini catturate dai due telescopi verranno inviate a terra in tempo reale e pubblicate sul sito della compagnia: www.urthecast.com. «Sarà qualcosa di simile a Google Earth – ha spiegato alla Bbc Ian Tosh, ingegnere capo degli Optical Systems del Ral – ma gli utenti potranno vedere ogni dettaglio del proprio giardino in un video in HD i cui frame avranno pixel larghi un metro». Il servizio, si legge sul sito, «è rivolto a media, governi, organizzazioni umanitarie, agenzie ambientali», ma anche a singoli utenti. «Chiunque può digitare il suo indirizzo di casa – ha spiegato al magazine online Mashable Scott Larson, presidente di UrtheCast – scoprire quando la Iss passerà in quel punto del cielo e organizzare un evento, magari le proprie nozze, e poi rivedersi in video».
Presentato dal ministro della Ricerca inglese David Willetts nel luglio del 2011, il progetto ha un costo di 4,5 milioni di dollari e sta per vedere la luce, scrive la Bbc: i due supercannocchiali sarebbero in via di ultimazione e saranno inviati sulla Iss con una delle prossime missioni della Soyuz, nel 2013. Innumerevoli le applicazioni: il progetto, ad esempio, fornirà «una prospettiva unica sui più importanti eventi internazionali – si legge sul sito – come i moti di piazza Tahrir o il sisma di Fukushima».

Scritto da: Marco Pasciuti

Fonte: Leggo.it

Google Maps, presto le immagini da satellite saranno videoultima modifica: 2012-09-18T10:44:18+00:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo