DL Fare, in arrivo l’anagrafe dei benzinai: 5000 distributori a rischio chiusura

benzina, novità, governoLe imprese potranno avere una ”dilazione” nel pagamento delle tasse ”a fronte di crediti certificati verso la Pa”. E’ quanto prevede la bozza del ‘dl Fare 2’ in possesso dell’ANSA.

Fino 4 mln compensazione tasse-crediti – A partire dal 2014 sale da 700.000 euro a 1 milione la soglia di compensazione fra debiti e crediti fiscali. ”Tale soglia viene ulteriormente elevata a 2 milioni nel caso di società con bilanci certificati e a 4 milioni nel caso di società quotate”. Lo prevede la bozza del dl Fare 2 nell’articolo 11 sui debiti della p.a.

Fiscalità agevolata per finanziamenti – I canali di finanziamento per le imprese, soprattutto le pmi, verranno agevolati sotto il profilo fiscale. Lo prevede la bozza del dl Fare 2 che prevede l’eliminazione di alcuni ”balzelli” (così definiti nella sintesi dell’articolo 8) legati all’accensione di garanzie di varia natura sui contratti di finanziamento a medio e lungo termine, ”nonché l’applicazione della ritenuta del 20% sugli interessi e altri proventi corrisposti ai fondi mobiliari chiusi”.

Bond imprese garantiti da beni azienda – Le imprese potranno ”costituire un privilegio speciale sui beni mobili destinati all’esercizio dell’attività di impresa, attualmente previsto solo per i crediti bancari, anche a garanzia dei titoli obbligazionari, al fine di favorire l’accesso al mercato finanziario da parte delle pmi”. Lo prevede la bozza del dl Fare 2.

Stop nullità contratti compravendite case – Via la norma che prevede la nullità dei contratti di vendita, trasferimento a titolo gratuito o locazione di immobili ai quali non sia allegato l’attestato di prestazione energetica. Lo prevede la bozza del dl Fare 2 che introduce ”in sostituzione un sistema di sanzioni amministrative’.

Incentivi per Sulcis, oneri in bolletta – La Sardegna potrà indire una gara per la realizzazione di una centrale a carbone pulito con stoccaggio di CO2 nel Sulcis e al vincitore sarà concesso un incentivo per 20 anni pari a 30 euro a MWh. Lo stabilisce la bozza del dl Fare 2. Gli oneri sono a carico del sistema elettrico ”tramite prelievo in tariffa”.

Arriva l’anagrafe dei benzinai. I distributori dovranno comunicare i propri dati per dimostrare il rispetto delle norme di sicurezza. Chi non le rispetta chiuderà. Lo si legge nella bozza del dl Fare 2. L’obiettivo è di giungere in 2 anni alla chiusura di 5.000 impianti inefficienti, aumentando la concorrenza e azzerando il gap di prezzo con l’Ue.

‘Sconto’ su stoccaggi Eni’ – L’Eni dovrà realizzare un miliardo di metri cubi di stoccaggio di gas in meno rispetto ai 4 miliardi previsti dal decreto del 13 agosto 2010. E’ lo ‘sconto’ concesso nella bozza del dl Fare 2, in cui si specifica che ”oggi lo sviluppo in Italia di nuova capacità di spazio di stoccaggio di gas naturale non appare più necessario, essendo già richiesta dal mercato una capacità inferiore a quella esistente”. La non realizzazione ”evita in prospettiva l’aggravio di nuovi oneri non necessari sulle tariffe”.

Fonte: Leggo.it

DL Fare, in arrivo l’anagrafe dei benzinai: 5000 distributori a rischio chiusuraultima modifica: 2013-09-13T20:13:59+00:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo