L’importanza della preghiera

88edeaf0bb61a85adb4307b8f9dc840a_medium.jpg

+ Dal Vangelo secondo Luca (18, 1-8)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi: “C’era in una città un giudice, che non temeva Dio e non aveva riguardo per nessuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: Fammi giustizia contro il mio avversario. Per un certo tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: Anche se non temo Dio e non ho rispetto di nessuno, poiché questa vedova è così molesta le farò giustizia, perché non venga continuamente a importunarmi”.
E il Signore soggiunse: “Avete udito ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà giustizia ai suoi eletti che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà a lungo aspettare? Vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?”.

Riflessione:
In questo passo del Vangelo di Luca viene evidenziato il modo di operare di Dio Padre. Egli ci ama e, allo stesso modo, ama la nostra compagnia e ama il fatto che noi ci rivolgiamo spesso a Lui. Infatti, viene posto l’esempio di un giudice disonesto, il quale adempiva ai suoi compiti in maniera non equa. A costui si rivolgeva una vedova che gli chiedeva giustizia, ma egli si rifiutava di aiutarla. Data l’insistenza della donna, decise un giorno di esaudire le sue richieste per evitare di essere assillato ulteriormente. Tale parabola evidenzia quanto sia importante la preghiera e la costanza con cui tale azione si svolge: se un giudice “iniquo”, per l’insistenza con la quale qualcuno si rivolge a lui, prima o poi, adempie ai suoi compiti, tanto più Dio, che ci ama tutti e allo stesso modo senza fare discriminazioni, se una persona prega costantemente e con fede (senza farsi distrarre troppo dalle proprie cose o dalle stupidaggini di questo mondo) ascolterà e accoglierà le sue suppliche. Quindi, rivolgiamoci giorno dopo giorno a Lui senza mai stancarci, ringraziandolo per tutti i doni che ci ha fatto e chiediamo perdono per le nostre imperfezioni, affinché, il giorno in cui Gesù Cristo ritornerà, possiamo evitare di essere tra coloro che hanno mancato di fede nei Suoi confronti.
(Vedi anche Luca 11,5-8Matteo 7,7-11 e Prima lettera di San Giovanni Apostolo 5, 14-15)

L’importanza della preghieraultima modifica: 2010-10-17T18:37:00+02:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “L’importanza della preghiera

I commenti sono chiusi.