Facebook, altro modo per “tutelare” la privacy: esplora le altre relazioni

facebook-privacy.jpgSi sapeva, Facebook è nato per facilitare la creazione e per distruggere le relazioni interpersonali, per farsi gli affari degli altri, per pedinare ex fidanzati, nuovi fidanzati, non fidanzati.
Insomma, chi inserisce dati in Facebook rende pubblica la propria vita e chi li ne entra in possesso non può essere chiamato nè spione nè stalker.

Da pochi giorni una nuova funzione si è affiancata alle già esistenti utilities del famosissimo social network: si chiama “Esplora le altre relazioni”. E’ una funzione accessibile a tutti sebbene un pò nascosta.
Per il momento sono arrivata ad usarla soltanto passando attraverso un ben più visibile, quanto inutile, link “vedi dettagli amicizia tra te e …”
In pratica è stato aggiunto ad ogni profilo una funzione che permette di vedere foto, amici, eventi, commenti scambiati tra NOI STESSI e il tizio del profilo in questione. Come qualcuno m’ha detto è una funzione utile se si inizia a soffrire di amnesia perché in effetti ci ricorda soltanto in che modo conosciamo il contatto e con che frequenza abbiamo relazioni con lui.

Da questa schermata, sulla colonna di destra, è possibile però accedere ad una funzione ben più succulenta.
Viene denominata “Esplora le altre relazioni” ed in effetti contiene tutti i dettagli suddetti ma non più tra noi e un contatto, bensì tra due contatti presenti nella nostra lista amicizie.
Quindi se volessi sapere perchè si conoscono due miei amici, quanto spesso si sentono su facebook, se hanno foto che li ritraggono insieme, e tutta una serie di informazioni che riguardano la LORO amicizia: basta che digiti i loro nomi e che resti a guardare.

Ebbene, Sig. Facebook, un passo in più è stato fatto nel mondo del grande fratello, un passo in più verso la completa trasformazione di noi tutti in “quella portinaia un pò acida che sa tutto di tutti e non si fa mai gli affari propri”.

Fonte: Dagobah

Facebook, altro modo per “tutelare” la privacy: esplora le altre relazioniultima modifica: 2010-11-08T19:20:54+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo