Un calendario ed una canzone per Sarah (per beneficienza)

sarah-scazzi-curiosi-81.jpgSarah Scazzi racchiusa in un calendario. Dodici immagini di cani randagi e abbandonati, che la ragazzina uccisa il 26 agosto ad Avetrana amava tanto. L’iniziativa è di Claudio Scazzi, fratello di Sarah. Il calendario è quasi ultimato a Milano: all’interno foto artistiche di cani randagi e abbandonati il cui ricavato servirà alla realizzazione di un canile, come avrebbe desiderato la quindicenne.

Lo ha riferito l’avv. Antonio Cozza, del Foro di Perugia, che assiste lo stesso Claudio. L’iniziativa, ha spiegato il legale, è dell’associazione ‘Chi li ama ci segua’. Il calendario sarà venduto tra dicembre e gennaio e il ricavato sarà devoluto all’associazione avetranese ‘Sarah per sempre’ per la realizzazione della struttura.

Dopo la statua bronzea che l’amministrazione comunale di Avetrana vuole dedicarle, dunque, anche un calendario, una canzone ed anche un libro. Il costo dell’operazione è di circa 27mila euro. Non si conoscono invece gli investimenti necessari per la produzione della canzone e del libro che sarà edito dalla Bompiani di Milano.

Il cantautore che dovrà comporre il brano è Franzy Mele di Manduria. Anche il ricavato della vendita del cd sarà devoluto per finanziare la realizzazione del canile che prenderà il nome della ragazza. “Tutte le operazioni avranno la massima trasparenza in modo che nessuno pensi che vogliamo speculare sulla tragedia che ha colpito la nostra famiglia”, commenta Claudio Scazzi nel confermare la prossima uscita (entro dicembre) delle tre opere editoriali e musicale. “Per fugare ogni dubbio – aggiunge Claudio che vive e lavora a Milano con il padre Giacomo – pubblicheremo tutti i resoconti su un sito internet che è ancora in costruzione”.

Fonte: AffariItaliani

Un calendario ed una canzone per Sarah (per beneficienza)ultima modifica: 2010-11-18T18:23:00+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Un calendario ed una canzone per Sarah (per beneficienza)

I commenti sono chiusi.