Ha un proiettile conficcato nel naso, lo espelle starnutendo

20110102_snapshot_2011-01-02_18-32-02.jpgPensava di essere stato colpito al volto da un petardo o da una pietra. Invece Darco Sangermano (foto), 28enne di Caselle Torinese in vacanza a Napoli, aveva niente meno che un proiettile conficcato nel naso. Trasportato d’urgenza all’ospedale “Loreto Mare”, il ragazzo ha miracolosamente espulso il proiettile con uno starnuto e, senza ferite, è stato dimesso poche ore dopo il ricovero.

Una storia che sa di incredibile, cominciata con una festa tranquilla in una casa di Napoli, dove Sangermano stava festeggiando il 2011 insieme ad alcuni amici. Poco dopo la mezzanotte il ragazzo è sceso in strada insieme alla fidanzata per una passeggiata tra i vicoli di piazza della Borsa, in zona Forcella. Qui il giovane è stato colpito al volto da un proiettile vagante, che gli si è conficcato nel setto nasale. “Credo di essere stato colpito da un petardo, o da una pietra”, ha detto il 28enne ai medici del 118, chiamati dalla fidanzata.

Ma nel naso c’era ben altro. A rivelarlo una Tac, eseguita d’urgenza al “Loreto Mare”. “Lei ha una pallottola in testa. Deve essere subito operato. Non c’è tempo da perdere“, gli hanno comunicato i medici, referto alla mano. Il ragazzo è stato quindi portato al “Vecchio Pellegrini”, per una visita specialistica e per l’estrazione del proiettile. Ma proprio mentre aspettava di essere visitato, Sangermano ha starnutito e, miracolosamente, ha espulso il proiettile dal naso. Senza bisogno di intervento chirurgico. Il ragazzo, tenuto in ospedale per accertamenti, è stato dimesso poche ore dopo.

Fonte: Leggo.it

Ha un proiettile conficcato nel naso, lo espelle starnutendoultima modifica: 2011-01-04T13:50:00+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo