“Come sarà il computer del futuro? Sarà una tavoletta!”

93_ipad-2.jpgRoma, 3 mar. (Ign) – Il nuovo iPad si avvicina sempre di più al personal computer del futuro. Ad assicurarlo è il direttore di Wired Italia, Riccardo Luna, all’indomani della presentazione allo Yerba Buena Center di San Francisco dell’iPad 2. ”Il computer tra qualche anno non esisterà più nelle forme che conosciamo – spiega Luna a IGN, testata online del Gruppo Adnkronos – ma esisterà nella forma di una tavoletta come l’iPad o i concorrenti dell’iPad che riuscirà a fare infinite cose più del computer con molta più facilità”.

”Di fatto l’iPad – continua – è uno strumento che continua ad allargare il numero di quelli che utilizzano la tecnologia. Il computer aveva una barriera d’ingresso abbastanza alta per le difficoltà di utilizzo mentre l’iPad soprattutto per i bambini e gli anziani – osserva – ha una facilità e un’immediatezza d’uso che il computer non aveva”.

”Steve Jobs un anno fa – ricorda Luna – presentando il primo iPad ha detto che il computer è destinato a sparire, io vedendo il secondo penso che la direzione è sicuramente quella. Il computer diventa una tavoletta che fa infinite cose e ti consente di giocare o lavorare con la tecnologia. Il tutto con una facilità d’uso che il computer non ha mai avuto”.

Il nuovo Ipad ha ”una tonnellata di novità importanti – prosegue il direttore di ‘Wired’ – e come succedeva prima con l’iPhone ha improvvisamente invecchiato tutti i precedenti cioè quei 500mila italiani che l’hanno comprato da ieri sera sanno che oggi hanno un oggetto obsoleto e questo è un po’ un peccato. Naturalmente – sottolinea – si scatenerà una corsa al rinnovo, all’acquisto o a trasferire l’attuale Ipad ad amici e parenti”.

Per Luna il nuovo iPad è decisamente ”migliore del precedente” come era previsto e come già accaduto con l’iPhone. ”La Apple – osserva – ha fatto esattamente lo stesso percorso: ogni volta c’era una serie di novità così attraenti e così sexy che ti facevano sentire improvvisamente vecchio l’oggetto che avevi comprato soltanto 8-10 mesi prima”.

Riguardo al sistema di chat Facetime, il direttore di Wired spiega: ”Le videochiamate non hanno mai funzionato, gli operatori telefonici hanno perso un sacco di soldi pensando che ci fosse il mondo che aspettava di videochiamarsi. Facetime – nota – è un po’ diverso ed è anche gratuito, è un po’ come chiamarsi su Skype. Sicuramente ci sarà chi lo userà ma non credo che sarà quella la ‘killer application’ del nuovo iPad, non credo – insiste – che sarà questo il motivo in più per acquistarlo”.

Secondo Luna il nuovo tablet potrebbe avere molto successo in Italia come già la prima versione. ”I numeri di iPad sono straordinari nel mondo – afferma -. Ieri Jobs ha raccontato che sono stati venduti 15 milioni di pezzi, davvero tanti per un oggetto che costa tanti soldi e che aveva ancora tante limitazioni rispetto al computer. In Italia ne sono stati venduti più di 500mila e immagino che il mercato si allargherà ancora. Con una differenza fondamentale – osserva però il direttore di Wired – l’anno scorso Apple era l’unica sul mercato con un tablet, oggi tutti gli altri sono arrivati a proporre dei tablet che hanno molte funzioni interessanti e divertenti, che anche a volte Apple non ha, e che costano di meno”.

”Il mercato si è allargato – insiste Luna – Apple doveva per forza rilanciare perché dopo i nuovi modelli lanciati da tutti i competitors rischiava davvero di perdere quote di mercato importanti invece oggi alza l’asticella per tutti e prova mantenere gli indici di mercato che ha oggi, cioè l’85% del mercato di tablet. Una quota stratosferica che è difficile da mantenere ma ci stanno provando”.

Infine, sulla presenza di Jobs ieri sul palco, il direttore di Wired ammette: ”Non se l’aspettava nessuno, è stato un sollievo vederlo. E’ stato dato per morto tante volte, una volta dopo una malattia – ricorda – ritornò a una convention citando la frase di Mark Twain ‘le notizie sulla mia morte sono largamente esagerate’, stavolta non ci ha voluto scherzare perché comunque la malattia contro cui combatte è una malattia molto seria però rivederlo sul palco in buone condizioni – conclude Luna – è stato un sollievo per tutti”.

Fonte: Adnkronos

 

“Come sarà il computer del futuro? Sarà una tavoletta!”ultima modifica: 2011-03-08T11:35:00+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo