“Mi voglio uccidere”: salva grazie ad un post sul web

curiosità dal mondo, web, ROMA – “Voglio sparire”. È il senso del messaggio che una ragazza ha scritto sul web, meditando di togliersi la vita. Il caso, raccontato dal blog Disambiguando, di una ragazza che ha manifestato verbalmente su Daveblog, l’intenzione di suicidarsi. La ragazza aveva infatti postato un messaggio d’addio. Il messaggio fortunatamente non è passato inosservato e alcune sue amiche sono riuscite a rintracciarla e, in qualche modo, salvarla. Internet, oltre ad essere diventato molto imprtante per unire le persone ed organizzare manifestazioni, è capace anche di creare legami affettivi capaci di salvare la vita ad altre persone in situazione di pericolo. La questione mostra come relazioni che si costruiscono in anni di discussioni sul web possano essere quasi più intense di quelle intessute nella vita ‘reale’.

Ecco il testo del post:
“…allora vediamo: 15 compresse di Xanax da 0.25, 1 flacone intatto di EN in gocce, 54 compresse di Citalopram da 0.20, 15 compresse di Zolpidem da 0.10 e mettiamoci pure anche le 24 compresse di melatonina marca ignota che ho lì da un po’ e che tanto scadrebbero. Ecco, amici virtuali del Daveblog, voi che mi avete fatto ridere, sorridere, piangere dalle risate quando, in ufficio, non potevo. Ma soprattutto che mi avete tenuto compagnia coi vostri commenti, le vostre idee, condivise o meno, ma sempre espresse con intelligenza (salvo rari casi). Condivido con voi questo mio ultimo lauto pasto che spero mi faccia finalmente sparire. SPARIRE. SPA-RI-RE. A nulla è valso il ricovero, a nulla le squintalate di medicinali che ho preso e che intendono incrementare, modificare, sperimentare. Non è servito a niente. Vedrai, starai meglio, mi dicevano le “amiche” in carne ed ossa. Ma poi ognuna se ne tornava alla propria vita ed io rimanevo in ospedale o in casa, da sola con le mie pillole di svariate forme, colori e dosaggi. Solo loro non mi hanno mai abbandonata, i miei due Amori, veri amori, pelosi e a 4 zampe. Loro che hanno sempre capito ogni mio stato d’animo, ogni sfumatura ed ogni tempesta in arrivo. Adesso ne è rimasto uno solo accanto a me, l’altro è nel mio cuore.
Scusate se mi permetto di interrompere la vostra discussione (a me piacevano da morire i Fantozzi) ma sentivo il bisogno di lasciare una traccia, un segno del mio misero passaggio su questa misera, povera Terra. Non riesco più, ogni giorno, ad indossare la maschera, fingendo di stare bene, fingendo di essere felice, fingendo che vada tutto alla grande. Fingendo coi miei genitori che la mia sia una vita serena, fingere che IO sia serena. Solo un paio di persone capiscono realmente il mio disagio interiore, tutti gli altri si fermano alle apparenze con quella frase che presto, prestissimo non sentirò più: “ma cosa ti maaancaa?” Cazzo, tutto mi manca. Non sono un involucro, l’aspetto non conta, così come non conta la casa, l’auto e tutte le altre stronzate. È dentro che MANCA. E’ dentro che sono un cristallo, un cristallo incrinato che sta per andare in frantumi, un’anima e una mente deturpate e sfregiate alle quali nessun medicinale potrà più portare giovamento.
Buonanotte amici virtuali, buonanotte amici del passato: Lady Moonie, Babs, Babina, la Ciccer, Simona, Morgana, Ameliee, il pazzo Dionysus, Agamennone e anche le amiche “sardine” ed il memorabile Alicegate.
E grazie Dave, per avermi ospitata per l’ultima volta”.

Fonte: Leggo.it

“Mi voglio uccidere”: salva grazie ad un post sul webultima modifica: 2011-07-22T22:30:05+02:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo