Ecco i motivi dello sciopero dei calciatori…

calcio, sciopero, serie aIn questi giorni si parla molto dello sciopero nel mondo del calcio, che porterà lo slittamento della prima giornata di serie A, ma pochi sanno quali sono i motivi per cui i calciatori sono in protesta. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza, sintetizzando i punti chiavi che hanno fatto sorgere la discordia tra la Lega calcio e l’Associazione Italiana Calciatori:

flessibilità di contratto: per la Lega deve essere flessibile, con i guadagni legati prevalentemente ai risultati, l’AIC, invece, vuole che la parte variabile debba essere solo al più il 50%

lavoro in esclusiva: per le società un calciatore non può avere un’altra attività lavorativa senza autorizzazione della società di appartenenza, per i calciatori deve rimanere libero di poter decidere cosa fare fuori orario calcio

 comportamento: le società vorrebbero imporre delle regole severe di etica e di condotta anche fuori dal campo, l’AIC è per mantenere libertà assoluta nel tempo libero

– cure mediche: la Lega chiede che dipendano esclusivamente da specialisti di fiducia del club, l’AIC vuole che i calciatori restino liberi di scegliere a chi affidarsi, lasciando comunque al club gli oneri del pagamento delle spese mediche

sanzioni: le società chiedono che siano automatiche in caso di mancanze classiche, l’AIC, invece, vuole che restino di volta in volta decise dal collegio arbitrale

arbitri: i club vorrebbero riformare il collegio arbitrale con un presidente esterno al calcio, l’AIC insiste per lasciare tutto così com’è, con presidente sorteggiato tra quelli designati da Lega Calcio e Associazione Italiana Calciatori

preparazione atletica e allenamento: secondo la Lega l’allenatore deve avere la possibilità di decidere di far allenare anche in più gruppi, i calciatori sono del parere di mantenere un solo gruppo, inclusi i fuori rosa

rifiuto del trasferimento: le società chiedono che un calciatore non può rifiutare il trasferimento ad un club di stessa qualità e con stipendio invariato. Se rifiuta, si arriva alla risoluzione del contratto, ma con pagamento del 50% dell’emolumento e libertà di firmare con chi vuole. Per l’AIC invece i calciatori devono rimanere liberi di poter rifiutare il trasferimento.

Ecco i motivi dello sciopero dei calciatori…ultima modifica: 2011-08-27T12:08:34+02:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo