Stati Uniti, professore “finge” morte della figlia per andare in vacanza

curiosità dal mondo, morte, notizie buffe, stati unitiMolte persone sono pronte a tutto pur di guadagnarsi qualche giorno di vacanza, ma un’insegnante di New York ha davvero esagerato. Joan Barnett, 58 anni, dipendente della Manhattan High School of Hospitality Management, ha infatti finto la morte di una delle figlie per trascorrere una settimana in Costa Rica.
L’autrice della macabra truffa ha prima costretto un’altra figlia a chiamare il suo datore di lavoro dicendo che la sorella aveva avuto un attacco di cuore mentre si trovava nel paradiso tropicale. Quindi poco dopo ha richiamato la scuola per dire che la ragazza era morta e una decina di parenti, tra cui la madre, erano in viaggio per la Costa Rica.
Infine la Barnett ha inviato via fax un certificato di morte, ovviamente scritto di suo pugno, in cui si leggeva che Xinia Daley Herman era deceduta. Secondo quanto dichiarato al Daily News da un investigatore, i funzionari della scuola si sono insospettiti e dopo alcune verifiche hanno scoperto che si trattava di una bufala. La Barnett infatti aveva prenotato il volo per la località caraibica tre settimane prima del – fortunatamente – falso decesso della figlia. Ora la donna, che è stata licenziata dal suo posto di lavoro, dovrà rispondere del reato di truffa davanti alla Corte Criminale di Manhattan

Fonte: Leggo.it

Stati Uniti, professore “finge” morte della figlia per andare in vacanzaultima modifica: 2012-01-10T10:50:58+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo