Sanremo 2012, ecco il resoconto di una prima serata di un festival dei (problemi) tecnici

sanremo, adriano celentano, morandiIeri sera è iniziato il Festival di Sanremo 2012. Il giusto mix di cantanti ed ospiti illustri che hanno fatto lievitare gli ascolti, facendo superare i 10.000.000 di telespettatori collegati nello stesso tempo a guardare il Festival. Andiamo nel dettaglio, Sanremo chiude con 14.378.000 milioni di telespettatori, con il 48.50% di share nella prima parte, nella seconda parte il Festival chiude con 8.430.000 telespettatori, aggiudicandosi il 55.06%. È stato raggiunto e superato quindi il 50% di share, così come annunciato nei giorni scorsi da alcuni dirigenti della rete ammiraglia. 
Gianni Morandi quest’anno è affiancato non più da Luca e Paolo ma da Rocco Papaleo, che si presenta sul palco indossando un seriosissimo loden blu: «In linea con il momento storico che stiamo vivendo volevo lanciare un messaggio di sobrietà: abbiamo un governo tecnico, sarò un conduttore tecnico. Se fossi venuto lo scorso anno sarei venuto in vestaglia».
Ecco allora che anche il tormentone dello scorso anno «stiamo uniti», inevitabilmente si trasforma in «stiamo tecnici». Rocco lo intona all’unisono con Gianni e poi commenta: «Senti come si abbassa lo spread».
Molte parolacce, il ritornello «cazzo» che è l’unica cifra unificante della serata, ripetuto da Luca e Paolo, Celentano, Morandi e Papaleo, e poi arrivano sul palco Belen Rodriguez e Elisabetta Canalis, richiamate in fretta e furia dopo che la giovanissima Ivana Mrazova ha dato forfait per «cervicalgia acuta» e forse per una buona dose di ansia da prestazione. Chissà se si era resa conto quando ha accettato del carico di aspettative che sarebbero piovute sulle sue esili spalle.
Ma a fare più “rumore” è stato sicuramente Adriano Celentano, che come una bomba si è imbattuto  sul festival: la guerra, gli aerei, le bombe, le sirene, la sua predica da tuttologo che passa con disinvoltura dal Regno dei Cieli, alla cassa integrazione, seminando giudizi sul mondo cattolico, la Costituzione, Montezemolo con i treni e i critici televisivi. Ci sta dentro addirittura uno stacchetto con Pupo. Celentano sarà certo utile al Festival di Sanremo in termini di ascolti e inserzioni pubblicitarie; molto meno alla omogeneità dello spettacolo che resta, non dimentichiamolo, una gara di canzoni. Meno male che ha anche cantato…

Fonte: La Stampa

Sanremo 2012, ecco il resoconto di una prima serata di un festival dei (problemi) tecniciultima modifica: 2012-02-15T10:29:32+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo