Genitori lasciano morire figlio con un cancro curabile, condannati ad 8 anni

stati uniti, scandalo, bambinoUna coppia di genitori, Monica Hussing di 37 anni e William Robinson di 40, provenienti dallo stato dell’Ohio, sono stati condannati a otto anni di carcere per aver lasciato morire il loro figlio di otto anni Willie, affetto da un tumore curabile. Il racconto della Corte spiega l’agonia di Willie, affetto da un linfoma di Hodgkin, un tumore nel collo da cui guariscono il 95% dei pazienti, ma quello del piccolo era diventato più grande di una pallina da tennis.

Il linfoma provocava molto dolore al bambino, ma nonostante le sue richieste d’aiuto, i genitori non hanno provveduto alle spese mediche che lo avrebbero salvato. I due coniugi assumevano con regolarità alcune droghe e secondo il racconto di alcuni conoscenti, passavano giornate intere a letto. Per due anni il piccolo Willie è stato visto anche dai parenti, che preoccupati chiedevano spiegazioni alla coppia, arrivando anche ad offrire del denaro per le cure.

Ma i due si sono sempre rifiutati, anche se in aula hanno usato come scusante la loro precaria situazione economica. Un medico che visitò il corpo di Willie dopo la morte, nel marzo del 2008, disse che sembrava quello di un bambino morto in un campo di concentramento. Dopo la sentenza a otto anni di prigione, i due sono scoppiati in lacrime e la Hussing è uscita singhiozzando: «Io amavo mio figlio».

Fonte: Leggo.it

Genitori lasciano morire figlio con un cancro curabile, condannati ad 8 anniultima modifica: 2012-02-17T18:41:00+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo