Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria

resurrezione, gesù cristo, dio, spirito santo, paolo+ Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossési (Col 3,1-4) 
Fratelli, se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra.
Voi infatti siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio! Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria.

Riflessione:
Salve fratelli cari, faccio a voi tutti i miei migliori auguri di buona Pasqua! In questo giorno in cui celebriamo la Resurrezione di nostro Signore Gesù Cristo, evento che ha reso possibile la nascita del Cristianesimo e che dà senso alla nostra fede, ho riportato la seconda lettura odierna, tratta dalla lettera di san Paolo ai Colossési.

L’affermazione del grande apostolo, quando dice: “se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù … rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra“, ci fanno venire in mente le parole di Cristo, riportate dall’evangelista Matteo:

“Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta.”

il Regno di Dio cos’è? È Gesù stesso e, a maggior ragione l’evento della sua Santa Resurrezione, ci fa capire che in questa vita non si compiono tutte le nostre opere, tutte le nostre gesta, ma è solo una piccola parentesi a confronto dell’eternità che ci aspetta e che ci ha promesso Cristo, Sacerdote, Re e Profeta.
Quindi ciò non significa che ora ci dobbiamo dare tutti al vagabondaggio o alla nullafacenza, perché è bene essere impegnati, soprattutto vivendo con costante sentimento di amore verso il prossimo, ma non dobbiamo farci trascinare troppo dagli eventi terreni dimenticandoci che noi tutti siamo destinati ad una vita eterna e senza allontanare la mente (e soprattutto il cuore) dall’Eterno Padre.

Anzi, se riusciamo a vivere relazionando ogni singolo gesto e ogni singolo fatto che ci capita al Regno di Dio, mettendo in pratica il Comandamento dell’Amore (Gv 13,34-35) insegnatoci dal Messia, aderendo quindi a Lui, noi siamo già risorti dai morti! Per convincerci di ciò basta osservare anche la vita dei Santi, specie quelli più recenti dei quali possiamo avere testimonianze maggiormente dettagliate; essi, nei momenti di difficoltà e anche se talvolta potevano essere, in un certo senso, perseguitati, mantenevano sempre un aspetto sereno e coloro che li incontravano potevano percepire un senso di pace stando in loro presenza. Questo perché portavano il Regno di Dio dentro di essi e nostro Signore concedeva loro la grazia di essere portatori di pace. 

Non volendomi dilungare troppo, per me e per voi auguro di poter seguire il loro esempio e, di conseguenza, l’esempio di Cristo, sforzandoci insieme di metterci lo stesso impegno nella fede e nella carità fraterna. Che Dio, Padre Onnipotente, per il santissimo nome di Gesù Cristo nell’unità dello Spirito Santo, possa benedire voi e tutte le vostre famiglie!

Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloriaultima modifica: 2012-04-08T19:13:31+02:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo