Natività di San Giovanni Battista

giovanni il battista, dio, gesù cristo, signore+ Dal Vangelo secondo Luca (Lc 1,57-66.80)
Per Elisabetta intanto si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei.
Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccaria. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». Le dissero: «Non c’è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome».
Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. All’istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio.
Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose. Tutti coloro che le udivano, le custodivano in cuor loro, dicendo: «Che sarà mai questo bambino?». E davvero la mano del Signore era con lui. Il bambino cresceva e si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua manifestazione a Israele.

Riflessione:
Pace a voi tutti, fratelli in Cristo, ed un augurio particolare a tutti coloro che si chiamano Giovanni, che in questo giorno festeggiano l’onomastico. Oggi, infatti, si celebra la nascita di San Giovanni il Battista, colui che era stato mandato per preparare la venuta del Signore. 

Ricordiamo che anche la nascita del Battista era stata accompagnata da un evento incredibile (Luca 1,5-25): sua madre Elisabetta, ormai in età avanzata così come suo marito Zaccaria, era sterile ma sia lei che il marito pregavano in continuazione per avere un bambino (c’è da dire che a quei tempi le persone che non avevano figli erano viste dal popolo quasi come dei maledetti dal Signore) e, quando meno se l’aspettavano, ecco che Dio accoglie le loro richieste e fa nascere Giovanni. Quindi, tale avvenimento ci conferma, oltre all’importanza dell’aver fede, l’efficacia della preghiera: bisogna pregare sempre, anche contro ogni speranza, anche quando tutto ci sembra, in un certo senso, già segnato.

E non solo! Dio non si limita a far nascere loro un figlio, ma un figlio con un compito molto speciale, ossia quello di “raddrizzare i suoi sentieri” affinché le persone fossero pronte alla venuta del Messia. Lo stesso Giovanni dirà: «Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo» (Marco 1,7-8).

Lo stesso Gesù si esprimerà a riguardo di Giovanni il Battista:
Quando gli inviati di Giovanni furono partiti, Gesù cominciò a dire alla folla riguardo a Giovanni: «Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna agitata dal vento? E allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo avvolto in morbide vesti? Coloro che portano vesti sontuose e vivono nella lussuria stanno nei palazzi dei re. Allora, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, vi dico, e più che un profeta. Egli è colui del quale sta scritto:
Ecco io mando davanti a te il mio messaggero,
egli preparerà la via davanti a te.
Io vi dico, tra i nati di donna non c’è nessuno più grande di Giovanni, e il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui.” (Luca 7,24-28)

ed in queste parole emerge sia la grandezza di questa grande figura (“tra i nati di donna non c’è nessuno più grande di Giovanni”) sia l’immensa gioia e pace che ci aspetta quando anche noi, se ne saremo degni, saremo nel Regno di Dio (“e il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui”).

In generale questo passo del Vangelo di Luca, se letto con occhio di fede, ci può insegnare tanto e spero che le mie parole semplici possano essere state di aiuto nel trovare la giusta chiave di lettura, che solo lo Spirito può donare ad ognuno di noi. Infine, auguro prima di tutto a me stesso e a voi tutti che questo grande santo possa essere di ispirazione affinché anche noi possiamo imitarlo nell’aprire la strada a Cristo nel deserto spirituale nel quale viviamo oggi. 

Natività di San Giovanni Battistaultima modifica: 2012-06-24T18:05:49+02:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo