Ecco le app che aiutano i ragazzi nel “ritorno a scuola”

applicazioni, scuola, Anche senza esagerare, si sa che è un piccolo trauma. Serve delicatezza per gestire il rientro a scuola. Magari un modo per far digerire il trasloco dalla sdraio alla lavagna è smanettare con qualche app. Che la tecnologia sia importante per un ritorno soft è una certezza per i ragazzi e molto meno per i genitori. Basta guardare i risultati di un sondaggio del sito ebates.com: il 42% degli studenti ritiene necessario un acquisto hi-tech, punta di vista condiviso soltanto dal 10% dei genitori.

Un’app che può mettere d’accordo tutti è iTunes U, che offre a docenti e studenti, delle università, ma non solo, tutto il materiale didattico che desiderano direttamente sull’iPad, iPhone o iPod touch, per insegnare o seguire interi corsi della materia scelta. I professori possono creare e organizzare i propri corsi integrando materiali essenziali quali lezioni, compiti, libri, test di verifica e piani di studio, e metterli a disposizione di milioni di utenti iOS in tutto il mondo.

L’app Translator per Windows Phone permette di tradurre testi immortalati con la fotocamera o digitati sulla tastiera, frasi carpite con il sistema di riconoscimento vocale, per imparare una lingua straniera, velocizzare i compiti a casa. Uno dei momenti classici dell’inizio anno è la lettura dell’orario, prima quello provvisorio e poi il definitivo: su Android market e Apple Store si può scaricare gratis Orario Scuola Pearson, che consente di creare il calendario di lezioni, integrandolo con interrogazioni e compiti in classe. I commenti degli utenti rilevano qualche difficoltà di accesso e uno spazio limitato di ore. Chi avesse dimenticato formule e teoremi (o chi non le ha mai sapute) può ricorrere a iMatematica, un formulario che compensa le lacune.

Autore: Alessio Caprodossi

Fonte: Leggo.it

Ecco le app che aiutano i ragazzi nel “ritorno a scuola”ultima modifica: 2012-09-12T12:02:00+02:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo