“Il fatto non sussiste”, Cannavaro e Grava assolti, il Napoli si riprende i 2 punti in classifica

napoli, calcioscommesse, La Corte di Giustizia Federale ha deciso: via la penalizzazione di 2 punti e solo un’ammenda per il Napoli. Assolti Cannavaro e Grava. Trionfo della strategia del club azzurro che fin dal primo istante aveva puntato sulla iniquità del provvedimento. La Corte di Giustizia della Figc ha tolto poi la squalifica di 6 mesi inflitta in primo grado a Paolo Cannavaro e Gianluca Grava, giocatori del Napoli, nell’ambito del processo sportivo sul Calcioscommesse. Ridotta anche la multa inflitta al club partenopeo, da 70mila a 50mila euro. 

La società di Aurelio De Laurentiis era stata penalizzata di due punti dalla Disciplinare per la combine di Sampdoria-Napoli (16 maggio 2010, 1-0), tentata dall’ex terzo portiere degli azzurri Matteo Gianello, la cui squalifica è stata oggi ridotta in secondo grado a 21 mesi (in primo grado 3 anni e 3 mesi). In virtù dello sconto il Napoli aggancia la Lazio al secondo posto della classifica di Serie A con 42 punti, a -3 dalla Juventus. Sconto anche al Portogruaro, da due a un punto di penalizzazione. Respinto, infine, il ricorso di Marco Zamboni e confermata la sua squalifica di un anno e 7 mesi.

Mazzarri è felice, forse più di tutti. Pragmatico, realista come sempre, il tecnico, ricevuta la notizia della restituzione al Napoli dei due punti di penalizzazione e dell’immediato reinserimento di Cannavaro e Grava nella rosa, unisce alla gioia in sè per il verdetto favorevole, quella di poter preparare senza ostacoli e anzi nell’entusiasmo dell’ambiente la partita di domenica prossima a Firenze. «Innanzitutto sono contentissimo per Paolo e Gianluca – ha detto il tecnico quando ha saputo della sentenza favorevole – due ragazzi dai valori umani eccezionali. Hanno trascorso un Natale bruttissimo, vittime di una grande ingiustizia. E naturalmente sono felice per la classifica. Quei due punti ce li siamo meritati sul campo e sarebbe stata un’altra grande ingiustizia se ci fossero stati sottratti». 

«Non è una vittoria del Napoli, ma del calcio italiano – dice da Roma De Laurentiis, che alla notizia della sentenza ha urlato di gioia – Ora bisogna riformare la giustizia sportiva: non per abolire la responsabilità oggettiva, ma per riformarla. Dopo 20 anni, è come se ci fossimo finalmente svegliati. Qualcosa si muove».

Fonte: Il Messaggero

“Il fatto non sussiste”, Cannavaro e Grava assolti, il Napoli si riprende i 2 punti in classificaultima modifica: 2013-01-17T21:36:49+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo