Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela»

gesù cristo, dio, signore, vergine maria, miracolo+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 2,1-11)
In quel tempo, vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli.
Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d’acqua le anfore»; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono.
Come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto – il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l’acqua – chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all’inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora».
Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

Riflessione:
Pace a voi tutti, fratelli carissimi! Nel Vangelo di oggi abbiamo incontrato il conosciutissimo racconto delle nozze di Cana. Questo brano è molto importante per diversi motivi: innanzitutto per la Chiesa è uno dei primi prodigi operati da Gesù. Ma a differenza di tante altre circostanze, in questo caso quasi si rifiuta di agire quando Maria – sua madre – gli ricorda che al banchetto non hanno più vino. Gesù era forse pigro o timido? Niente affatto. Riteneva solo che non fosse arrivato ancora il momento di manifestarsi pubblicamente quale Egli era (ed è): il Figlio di Dio. 

Però un altro motivo per cui questo passo è importante sta proprio nel fatto che la fede di Maria (ed anche l’affetto che provava verso sua madre) gli porta ad esaudire la richiesta fatta implicitamente dalla donna. Quindi, Maria sapeva esattamente che suo Figlio, in quanto Messia tanto atteso, aveva il potere di operare qualsiasi cosa avesse voluto e così come era stata la prima a credere in Dio Padre, quando le comparve l’angelo, altrettanto è stata la prima a credere nel Figlio Unigenito, anche prima che operasse i primi segni evidenti.

Per questo la Chiesa esalta continuamente la figura di Maria Sempre Vergine e possiamo tranquillamente rivolgerci in preghiera a lei, come in un certo senso fecero i servitori alle nozze di Cana. Ma, al tempo stesso, non dimentichiamoci che il primo insegnamento che la Madonna ci dà è «Qualsiasi cosa vi dica, fatela». Se veramente, quindi, vogliamo godere di questa speciale protezione dobbiamo ascoltare e seguire gli insegnamenti di Gesù. Questa deve essere la priorità dei cristiani di ieri, oggi e domani.

Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela»ultima modifica: 2013-01-20T18:46:00+01:00da netslash2010
Reposta per primo quest’articolo