Della serie “Fotoritocco, lo stai facendo male”: modello con doppio ombelico

L’uso, che spesso diventa abuso, di Photoshop per migliorare i già statuari corpi di modelle e modelli, stavolta ha fatto uno scherzo al venezuelano Juan Camilo Donado. L’indossatore venezuelano viene infatti ritratto in una rivista col busto in completa nudità. Ma cosa c’è di strano? Un secondo ombelico. Infatti, con tutta probabilità per errore, è stato aggiunto un secondo foro … Continua a leggere

10 anni di carcere per omicidio, ma il vero assassino era un suo sosia!

Carlos DeLuna è stato in carcere per un crimine non suo. Il caso risale al 1989 quando DeLuna fu arrestato e processato con l’accusa di omicidio, ma il delitto era stato compiuto da un suo sosia.Secondo quanto riporta il Guardian DeLuna racconto nel processo di essersi imbattuto in un uomo, Hernandez, che aveva conosciuto 5 anni prima e che mentre parlavano lui si era assentato. Successivamente, non vedendolo … Continua a leggere

Lui non chiama? È solo perché aspetta che tu lo chiami. Secondo uno studio, infatti…

Lui non chiama? La verità è che non gli piaci abbastanza? Non è detto. Secondo quanto riportato dalla BBC, che ha proposto i risultati di uno studio sulle relazioni delle persone calcolati in base ai risultati delle compagni telefoniche. Nell’era in cui si è sempre connessi, nell’era degli smartphone, della messaggistica istantanea è possibile calcolare l’interesse che si ha nei confronti dell’altro sesso attraverso i tabulati telefonici. … Continua a leggere

Muore per troppa Coca-Cola, “Ne beveva circa 10 litri al giorno!”

Morire per troppa Coca Cola? Forse è possibile, ed è per questo che si stanno battendo i familiari di Natasha Marie Harris, deceduta a 30 anni a causa di un arresto cardiocircolatorio, probabilmente causato dall’eccessiva assunzione della bevanda gassata. La donna, infatti, era solita consumare circa 10 litri al giorno di Coca Cola. Questo, secondo quanto riportato dal Sun le avrebbe causato diversi malesseri tra cui un’insolita stanchezza e … Continua a leggere

Lavavetri cade dal 47′ piano di un grattacielo: è vivo!

Un lavavetri sopravvive dopo una caduta dal 47esimo piano di un grattacielo di Manhattan mentre il fratello, che lavorava accanto a lui nella stessa impalcatura, muore sul colpo. «Perché il primo è morto e l’altro no?» Si chiede il New York Times che ha interpellato gli esperti per spiegare ciò che i media della Grande Mela hanno già ribattezzato «il … Continua a leggere

Ecco Louisa, la donna che ha “paura” dei bottoni

Louisa Francis è una mamma di trent’anni all’apparenza come tutte le altre, almeno fino a quando resta alla larga dai bottoni. La donna, infatti, soffre di una fobia che le impedisce di avvicinarsi troppo ad essi, indossarli o vederli indosso ad altri. Per quanto possa apparire sciocco, la sua paura è condivisa da molti e prende il nome di koumpounophobia. … Continua a leggere

Ragazza perde la memoria ogni giorno, ricorda solo le ultime 24 ore

Sembra la trama di un film, ma invece è tutto vero. La sindrome di Susac colpisce, nel mondo, 250 persone. L’ultima ad esserne affetta è una ragazza di 19 anni di Walsgrave, nella contea di West Midlands, in Gran Bretagna. Si chiama Jess Lydon e questa è una delle poche cose che può ricordare, insieme a quello che ha fatto … Continua a leggere

Donna chiusa in bagno per 932 giorni: “Ho paura di uscire”

Non ha mai voluto abbandonare il bagno di casa perché ”qualcuno” la teneva prigioniera e le impediva di lasciare la toilette. Così una donna di Singapore ha passato 932 giorni giorni senza mai uscire dalla stanza. La 58enne, a quanto riporta il China Press, soffriva di depressione, ma suo marito Ong Kean On, di 64 anni, è riuscito con l’aiuto … Continua a leggere

Stati Uniti, professore “finge” morte della figlia per andare in vacanza

Molte persone sono pronte a tutto pur di guadagnarsi qualche giorno di vacanza, ma un’insegnante di New York ha davvero esagerato. Joan Barnett, 58 anni, dipendente della Manhattan High School of Hospitality Management, ha infatti finto la morte di una delle figlie per trascorrere una settimana in Costa Rica. L’autrice della macabra truffa ha prima costretto un’altra figlia a chiamare … Continua a leggere

Chiamano la bambina Andrea, ma il tribunale sentenzia: “È un nome da uomo!”

Il nome Andrea non può essere attribuito ad una femmina, in quanto, essendo un nome tipicamente maschile, non identifica in maniera chiara la sessualità. È la sentenza del tribunale di Mantova, che ha proibito ad una bimba di cinque anni di chiamarsi Andrea, costringendo i genitori a cambiarle il nome. La piccola è nata a Parigi nel 2007 e il suo … Continua a leggere