Studente va a scuola con tuta mimetica e fucile con colpo in canna: arrestato

Uno studente del liceo Bagatta di Desenzano (Brescia) si è presentato stamani nell’istituto indossando una tuta mimetica e con una scatola contenente un fucile da caccia con le munizioni. È stata un’insegnate, durante le lezioni dell’ultimo giorno di scuola, a insospettirsi per la scatola e a scoprire l’arma. Sono stati fatti intervenire i carabinieri, che hanno la stazione a poca … Continua a leggere

Va male a scuola e il padre le vieta Facebook, 14enne si getta dal dirupo: salva!

Andava male a scuola e per punirla i genitori hanno deciso di limitarle l’uso del computer e soprattutto di Facebook. Per questo ieri una ragazzina di 14 anni di origine romena si è lanciata in un dirupo. È successo nel canavese, in Piemonte. Portata all’ospedale di Ivrea se l’è cavata con una prognosi di 40 giorni. Allarmati dalla sua scomparsa familiari e amici l’hanno … Continua a leggere

Ecco le app che aiutano i ragazzi nel “ritorno a scuola”

Anche senza esagerare, si sa che è un piccolo trauma. Serve delicatezza per gestire il rientro a scuola. Magari un modo per far digerire il trasloco dalla sdraio alla lavagna è smanettare con qualche app. Che la tecnologia sia importante per un ritorno soft è una certezza per i ragazzi e molto meno per i genitori. Basta guardare i risultati … Continua a leggere

Costringe un alunno a scrivere “sono un deficiente”, prof condannata

Gli insegnanti non possono rispondere con metodi prepotenti agli atteggiamenti di «bullismo» degli allievi perchè, così facendo, «finiscono per rafforzare il convincimento che i rapporti relazionali (scolastici o sociali) sono decisi dai rapporti di forza o di potere».Lo sottolinea la Cassazione confermando la condanna a 15 giorni di reclusione nei confronti di una prof che, per punire uno studente di 11 anni, gli aveva fatto scrivere per cento … Continua a leggere

Test antidroga per gli studenti, proposta choc dell’Udc in Umbria

Controllare gli studenti delle scuole superiori dell’Umbria mediante l’uso di testanti–droga: la proposta arriva dalla capogruppo dell’Udc nel consiglio regionale umbro, Sandra Monacelli. In una mozione, ribadisce che i test dovrebbero servire “non per punire, ma come valido supporto alla conoscenza e all’aiuto”, commenta la Monacelli, che aggiunge: “Bisogna prendere iniziative, scomode ed impopolari, che diano un messaggio severo rispetto all’uso di sostanze stupefacenti“.  Fonte: Leggo.it

Nonnina cinese di 102 anni iscritta in prima elementare!

La notizia viene dalla Cina, dove una arzilla vecchietta di 102 anni, Ma Xiuxian, di Weshan (Cina), ha concluso la prima elementare. Ma aveva infatti sempre rimpianto di avere iniziato a lavorare giovanissima, come molti bambini del secolo scorso, senza potere frequentare la scuola. Quando le autorità scolastiche hanno scoperto questo suo desiderio, tramite un’intervista ad un giornale in occasione … Continua a leggere

Crocifisso nelle scuole, l’Ue dà ragione all’Italia

La Corte di Strasburgo dice sì ai crocifissi nelle aule italiane. La Grande Camera della Corte europea per i diritti dell’uomo non vede dunque alcuna forma di violazione dei diritti umani per l’esposizione del simbolo della religione cattolica all’interno delle classi scolastiche. Il polverone era stato sollevato da una coppia, lui italiano e lei finlandese, che non accettavano l’idea che … Continua a leggere

Gelmini: “Gli insegnanti sono troppi. Favorevole all’ingresso dei privati nell’università”

Milano, 13 mar. – (Adnkronos/Ign) – ”Sono pagati pochissimo perché sono troppi, sono quantitativamente superiori al fabbisogno”. Così il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, ospite di Fabio Fazio, replica a chi sostiene che gli insegnanti italiani vengano pagati poco. Il ministro ricorda che un insegnante di scuola superiore con 15 anni di anzianità “guadagna 20 mila euro in meno del collega tedesco. Questo … Continua a leggere

Poggibonsi, scomparsa ragazzina di 12 anni. Dopo la scuola non è più tornata a casa

Si sarebbe allontanata dopo la scuola su un autobus verso il sud della provincia. Era stata rimproverata dall’insegnante perché usava il telefonino in classe Sarebbe stata rimproverata perché sorpresa con il cellulare in classe. Carabinieri e polizia di Poggibonsi pensano che Fall Mbodj, una bambina di origini sennegalesi di 12 anni, non sia tornata a casa per questo. Forse per paura … Continua a leggere

L’evoluzione secondo Gelmini

Questo manifesto di protesta che sta circolando in questi giorni su Facebook la dice lunga sullo stato d’animo generale a fronte degli ulteriori tagli all’università, previsti dalla nuova riforma Gelmini, attualmente in fase di esame in commissione. Tante università sono in protesta, molte delle quali attuando anche il blocco della didattica, per mostrare il proprio malumore nei confronti di una … Continua a leggere